manifAll'ennesimo tavolo odierno, 19 luglio 2017,
in cui il Comune di Roma  (Roma Capitale) attraverso il city manager, dr. Giampaoletti, non ha prodotto alcun tipo di documento tecnico, specifico, relativamente i passi che porterebbero alla predisposizione della gara a doppio oggetto (scelta ufficializzata dalla sindaca Raggi per la situazione Multiservizi),  le organizzazioni sindacali Cgil,
Cisl e Uil e l'USI presenti all'incontro,  dopo un momento di confronto con l'ampia delegazione di lavoratori e
lavoratrici (presente anche il Comitato dei lavoratori),  hanno deciso di rompere la trattativa.

logooCare/i colleghe/i, a seguito di richiesta di informazioni in merito eventuale convocazione per discutere il premio produzione, mi è pervenuta la risposta del dr. Ruberti (ancora nelle funzioni di Amm. re Delegato e Presidente),  che riporta la recente approvazione del bilancio aziendale e la valutazione, in merito il premio, "se convocare un tavolo specifico prima dell'approvazione del nuovo Consiglio di Amministrazione o rinviare successivamente". Ahimè, viviamo un momento di transizione particolare, tanto che recentemente è apparso sul sito aziendale il bando di gara...per l'esternalizzazione di parte del servizio di custodia, biglietteria e dei PIT (lo stiamo studiano e poi interverremo per la parte che ci compete).

farmacapPreoccupazioni e accordi.

Il 26 Giugno 2017, si è tenuto un ulteriore incontro tra il Commissario, Avv. Stefanori e le organizzazioni sindacali. Di seguito i punti salienti: Per quanto riguarda la delibera del 23 marzo 2015 (che prevede la dismissione e/o privatizzazione aziendale) il commissario afferma che il decreto “Madia” impedisce la trasformazione in Spa e che quindi la delibera è inattuabile. Riteniamo comunque necessario un atto politico-amministrativo dell’assemblea capitolina che superi per Farmacap quanto previsto e per due ragioni:

manifIl primo caso di "Daspo ...consiliare", più realisti delle leggi Minniti Orlando, i consiglieri del Movimento
5 Stelle...CONTRO GLI OPERAI E OPERAIE DELLA ROMA MULTISERVIZI IN LOTTA...
Il presidio si è svolto regolarmente, sono entrati in Aula Giulio Cesare (la sala consiliare della Capitale d'Italia)
altri lavoratori e lavoratrici di Roma Multiservizi, messa in ridicolo la "lista nera" che ci riporta ad
altre epoche di triste memoria,

manifL'USI Unione Sindacale Italiana esprime la piena solidarietà nei confronti di quei cittadini che hanno ricevuto un provvedimento di “esclusione dall'Aula Giulio Cesare” a firma del Presidente dell'Assemblea Capitolina Marcello De Vito. “Persino con il tanto vituperato Ignazio Marino (periodo in cui i Cinque Stelle erano all'opposizione e solidarizzavano con chi “turbava” i lavori per rivendicare i propri diritti ndr) non è mai accaduto”, sottolinea il Prof. Giuseppe Martelli, segretario romano intercategoriale dell'USI.

logooContinua l’intervento della segreteria e delle strutture territoriali di USI Commercio Turismo e Servizi, in sigla USI C.T.&S., anche a Bologna, in una realtà divenuta più difficile nel sistema degli appalti alle imprese cooperative, nell’era “polettiana”. In questa situazione, l’intervento risolto positivamente a favore di operai è relativo alla MANUTENCOOP FACILITY MANAGEMENT SpA, un autentico colosso nel settore delle pulizie e di altri servizi esternalizzati di Pubbliche Amministrazioni aderente a Cns e alla Lega delle Cooperative.

cpr certification online
cpr certification onlinecpr certification onlinecpr certification online