FARMACAP: PREOCCUPAZIONE E ACCORDI

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

farmacapPreoccupazioni e accordi.

Il 26 Giugno 2017, si è tenuto un ulteriore incontro tra il Commissario, Avv. Stefanori e le organizzazioni sindacali. Di seguito i punti salienti: Per quanto riguarda la delibera del 23 marzo 2015 (che prevede la dismissione e/o privatizzazione aziendale) il commissario afferma che il decreto “Madia” impedisce la trasformazione in Spa e che quindi la delibera è inattuabile. Riteniamo comunque necessario un atto politico-amministrativo dell’assemblea capitolina che superi per Farmacap quanto previsto e per due ragioni:

 la prima è che non vorremmo che sorgessero questioni interpretative; la seconda è che rimarrebbe in vigore l’ipotesi di dismissione nel caso di quattro bilanci negativi sugli ultimi 5 esercizi. L’azienda ha inserito, come da accordi verbali, l’una tantum nella busta paga di Giugno ed ha anticipato invece l’armonizzazione contrattuale (per i CCNL Multiservizi e Coop.sociali in Assofarm) nella busta paga di Giugno, secondo quanto definito nel precedente incontro. Se vi saranno errori o incogruenze nei livelli chiederemo di correggerli. E’ stato comunque raggiunto un obiettivo di grande importanza.

L’azienda conferma l’erogazione in due tranche degli arretrati contrattuali (650.000 per rata) a settembre e a novembre 2017 mentre per i buoni pasto (arretrati e reintroduzione per via ordinaria) si dovrà proseguire il confronto.

Il commissario si è impegnato a presentare alle OO.SS un verbale di accordo entro una settimana e ha dichiarato che c’è una diminuzione consistente dell’esposizione finanziaria di Farmacap verso la banca Mps e un positivo andamento economico per il 2017.

Come Usi abbiamo chiesto che venga trovata una soluzione al grande numero di ore lavorate (oltre il normale orario di lavoro e ancora non recuperate) effettuate dal personale farmaceutico a dimostrazione della attuale carenza d’organico che le assunzioni a tempo determinato per il periodo estivo (16) potranno solo mitigare. Serve una nuova valutazione dell’organico e, se necessarie, nuove assunzioni attraverso un concorso pubblico. Auspichiamo che venga svolta una adeguata riorganizzazione nel periodo di ferie estivo, per evitare carichi troppo pesanti.

Abbiamo sottolineato la necessità di affrontare nei prossimi incontri anche la questioni dei livelli da adeguare e da correggere (eliminando distorsioni avvenute), e di adeguare gli stessi per le figure di coordinatore e vicario dei servizi sociali di prossimità.

Per quanto riguarda il servizio sociale dell’azienda è stato stipulato un “addendum” alla Convenzione attuale, per il progetto “Home Care Premium”, che riguarda 439 utenti a maggio 2017, del valore di 700.000 euro e che dovrà essere svolto dai lavoratori dell’azienda con qualifiche specifiche (assistenti sociali ed educatori professionali e personale amministrativo per la rendicontazione)

Il servizio Recup dovrà essere svolto da lavoratori che non rientrano tra i 45 del servizio sociale di prossimità.

Per il nido non ci sono novità e abbiamo chiesto quale sia lo stato degli immobili adibiti a tale scopo e la possibilità del loro futuro utilizzo (per esempio Torraccio di Torrenova). Un incontro sulla questione “ferie�� per chi ha il CCNL Fism, ci sarà il 4/7.

 RSA/RLS USI FARMACAP e USI Largo G. Veratti, 25- 00146, Roma

fax 06/77201444, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., www.unionesindacaleitaliana.eu/www.usiait.it

Letto 86 volte
usi

cpr certification online
cpr certification onlinecpr certification onlinecpr certification online