UN ATTO VERGOGNOSO A FIRMA MARCELLO DE V…

L'USI Unione Sindacale Italiana esprime la piena solidarietà nei confronti di quei cittadini che hanno ricevuto un provvedimento di “esclusione dall'Aula Giulio Cesare” a firma del Presidente dell'Assemblea Capitolina Marcello...

Read more

SE VINCE IL NO SI TORNA INDIETRO DI 30 A…

SE VINCE IL NO SI TORNA INDIETRO DI 30 ANNI, SOSTENGONO RENZI E I SUOI...Magari! I sostenitori della controriforma della Costituzione affermano che se vincesse il NO il paese tornerebbe indietro...

Read more

PRESENTAZIONE LIBRO "ANARCHIA E DEM…

Ne discutiamo con GIUSEPPE AIELLO (curatore della co-edizione) e con MARCO PIRACCI (Infoshop LA TALPA Roma)14 GENNAIO 2017 INIZIO 17.30 c/o INFOSHOP LA TALPA VIA OSTUNI 9 ROMA (dove ha...

Read more

CHI NON HA MEMORIA...NON HA FUTURO

CHI NON HA MEMORIA...NON HA FUTURO: in occasione della giornata della memoria (27 gennaio)TRA PORRAJMOS E POGROM. Dallo sterminio nazista alle persecuzioni di oggi, i Rom, un popolodi capri espiatoriINVITO...

Read more

RESOCONTO INCONTRO 28NOV2016 C.C.P. PERS…

La mattina di lunedì 28 novembre 2016 si è tenuto in Campidoglio, alla sala del Carroccio, l'incontro tra la Commissione consiliare per le Risorse Umane/Personale e tutte le OO.SS. di...

Read more

25 MARZO 2015 - 25 MARZO 2017… 2 ANNI SE…

Sabato 25 marzo 2017 alle ore 17, presso la Biblioteca Popolare Tonino Mannello a piazza Gaetano Mosca 50 Roma (zona Portuense/Trullo) presso la Camera del Lavoro Autorganizzata Roma Sud Ovest...

Read more
More from this category

L’USI CHIAMA TUTTI/E DI NUOVO ALLA LOTTA E IN CORTEO IL 6 MAGGIO

Vota questo articolo
(0 Voti)

logooIl 6 maggio ancora in mobilitazione, con un corteo che, come lo sciopero e la manifestazione dell’8 MARZO, acquista una particolare importanza, perché collega le lotte di resistenza che TUTTO il sindacalismo conflittuale sta facendo sui posti di lavoro e nei territori con le altre tematiche, che per l’USI sono già unite tramite le camere del lavoro autorganizzate in diversi quartieri popolari della città, che rappresentano un momento di coordinamento, collegamento, controinformazione e di solidarietà verso lavoratori e lavoratrici di ogni settore (camere del lavoro che stanno organizzando un convegno-seminario  sabato 20 maggio nella sede storica del Quarticciolo in Via Ostuni 9 – piano rialzato, dalle 11 alle 19).

Manifestazione cittadina 6 maggio 2017 con corteo ore 15 da Piazza Vittorio

20 MAGGIO 2017 ORE 11 – 19 CONVEGNO-SEMINARIO a via Ostuni 9

Su “Attualità dell’intervento delle Camere del Lavoro, dal Jobs Act alle tutele

della forza lavoro, le tante tipologie contrattuali, l’autorganizzazione sociale”

         

Oggi l'USI è il punto di riferimento delle lotte per l'internalizzazione della Roma Multiservizi, per farla diventare società pubblica di primo livello  (abbiamo raccolto sulla nostra petizione popolare oltre 22.000 firme) e per la riqualificazione delle altre aziende partecipate romane. Farmacap, Zetema, Ama,  Risorse per Roma siamo presenti con iscritti e rappresentanze sindacali. Nelle lotte dei servizi sociali-assistenziali (dove tra l'altro con un grande sforzo abbiamo mantenuto in vita da 7 anni il raggruppamento degli operatori-operatrici sociali in lotta), della scuola statale (dove da anni partecipiamo in prima fila alle lotte), del Comune di Roma: dai nidi, alle scuole, alle biblioteche (le RSU aderenti a Usi, partecipano ai diversi tavoli di trattativa, su una proposta di nuovo contratto decentrato integrativo per i dipendenti comunali, che ha recepito qualche osservazione del sindacalismo di base e alternativo), a queste e a tante  altre vertenze che seguiamo, si aggiungono gli interventi anche in sede legale giudiziaria, per gli abitanti delle case Ater del Trullo, la mobilitazione contro la delibera 140 che non riconosce il valore sociale dell’associazionismo culturale e non profit per quanto riguarda spazi comunali, l’opposizione alle leggi Minniti - Orlando, interventi sull'ambiente e altro …

Senza dimenticare la lotta che ha riguardato i canili comunali, ancora esternalizzati.

Rimane prioritaria, la lotta per l’internalizzazione della ROMA MULTISERVIZI, specie dopo i fallimenti di privatizzazioni e delle varie esternalizzazioni e liberalizzazioni di servizi pubblici, che non sono state un risparmio per la città, se non sulle retribuzioni dei lavoratori, a scapito della qualità dei servizi. Vincere questa battaglia, creerebbe un importante precedente che potrebbe invertire la tendenza delle scelte della Giunta Raggi.

         L’Amministrazione a guida Movimento 5 Stelle, in apparenza nata sotto il segno della “discontinuità”, non ha cambiato passo sulle situazioni  del “ Sistema di Mafia Capitale”.

Anche sul terreno della politica economica non ci sono variazioni rispetto al passato: nel 2017 si prevede un taglio complessivo della spesa per investimenti pari al 17%, mentre la spesa corrente per i servizi sociali calerà di oltre il 9%, e quella per i trasporti diminuirà del 7%.

Nel pieno rispetto delle compatibilità imposte dalla logica dell’austerità e del risanamento del debito (volute dal Governo “Renziloni”). Un debito che è costato alla cittadinanza romana, tra il 2008 e il 2014, 2 miliardi di Euro di interessi, pagati ad un tasso medio superiore al 5% annuo, molto al di sopra del tasso medio pagato da altre grandi città italiane. Si prosegue invece, con i tagli alla spesa per servizi e al ricorso massiccio alle esternalizzazioni.

Per questo la battaglia è una e si gioca su più fronti: da una parte la ricontrattazione del debito, dall’altra  la ri-pubblicizzazione dei servizi privatizzati, dall'acqua ai trasporti nel rispetto dei referendum del 2011,  la  re-internalizzazione dei servizi esternalizzati (come quelli della ROMA MULTISERVIZI, degli AEC), senza dimenticare la necessità di lottare per il rispetto integrale della clausola sociale per la salvaguardia occupazionale e la continuità lavorativa (i 50 licenziati dei canili comunali, i tanti altri di servizi sociali, al verde), della responsabilità da parte del committente pubblico Roma Capitale, per le infrazioni e gli illeciti di cooperative e ditte appaltatrici,  per l'affermazione di un semplice principio che mai viene rispettato: “a parità di mansioni, parità di tutele, diritti, dignità e salario per chi lavora ed eroga i servizi pubblici !”

L’USI CHIAMA TUTTI-E DI NUOVO ALLA LOTTA E IN CORTEO IL 6 MAGGIO

cpr certification online
cpr certification onlinecpr certification onlinecpr certification online