NO!! RENZI GRAZIE

NO!! RENZI GRAZIE L’Unione Sindacale Italiana per un chiaro NO (sociale)ALLA MODIFICA PEGGIORATIVA DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.Il 4 dicembre vai a votare e vota NOal referendum costituzionale voluto da renziLa Costituzione...

Read more

Paga troppo bassa? Incostituzionale!

Quattro euro e mezzo l’ora è troppo poco. Quella paga viola la Costituzione. E poco importa se fa parte di un contratto di lavoro, sottoscritto da sindacati tra i più...

Read more

DALLE 5 STELLE ALLE...5 STALLE... CHIUDE…

ROMA, 24 DICEMBRE 2016: IL CENTRO DIURNO ALZHEIMER TRE FONTANE, SUL TERRITORIO DEL MUNICIPIO VIII ROMA CAPITALE, CHIUDE IL SERVIZIO IL 31 DICEMBRE DOPO 12 ANNI DI ATTIVITA'.DIRIGENTI E POLITICI...

Read more

NESSUNO SPAZIO A PADRONI E FASCISTI!

Dal 1970 la sede del Comitato di Quartiere Alberone è un luogo aperto alla città che si autorganizza, che lotta per i propri bisogni, che costruisce spazi di solidarietà e...

Read more

MANIFESTAZIONI 30 giugno Bari-San Ferdin…

Ieri 30 giugno le strade di Bari e di San Ferdinando si sono riempite ancora una volta di lavoratori e lavoratrici delle campagne,sostenuti da altri lavoratori e solidali, per chiedere...

Read more

COMUNICATO SUL CONSIGLIO STRAORDINARIO P…

La questione  e il riassetto organizzativo, con le dovute tutele e garanzie per chi lavora e una maggiore efficacia dei servizi alla cittadinanza, sono  state sollevate dall’UNIONE SINDACALE ITALIANA e...

Read more
More from this category

UN ATTO VERGOGNOSO A FIRMA MARCELLO DE VITO!

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

manifL'USI Unione Sindacale Italiana esprime la piena solidarietà nei confronti di quei cittadini che hanno ricevuto un provvedimento di “esclusione dall'Aula Giulio Cesare” a firma del Presidente dell'Assemblea Capitolina Marcello De Vito. “Persino con il tanto vituperato Ignazio Marino (periodo in cui i Cinque Stelle erano all'opposizione e solidarizzavano con chi “turbava” i lavori per rivendicare i propri diritti ndr) non è mai accaduto”, sottolinea il Prof. Giuseppe Martelli, segretario romano intercategoriale dell'USI.

 E ricorda ancora:” Marino si è visto occupare persino la Sala delle Bandiere da uno sparuto gruppo di disperati, licenziati dalla Roma Multiservizi ingiustamente. In quell'occasione gli stessi Cinque Stelle espressero solidarietà. Ma nessuno fu espulso. Con questo provvedimento, abbiamo l'ennesima dimostrazione della contiguità con i metodi della destra”. Il Prof. Martelli si riferisce al periodo di Alemanno, in cui vennero firmati provvedimenti identici nei confronti di chi difendeva i diritti dei più deboli e continua:” La protesta si è innestata anche per il RIFIUTO, dello stesso De Vito, di mettere al voto la petizione popolare con 22.000 firme raccolte,  presentata più di un mese fa che chiede l'internalizzazione della ROMA MULTISERVIZI come partecipata di primo livello”.

“E' un gesto esecrabile e vergognoso! E oggi, durante il presidio richiesto dall'USI, chiederemo all'opposizione di farsi portavoce per chiedere l'annullamento di tali provvedimenti di espulsione, resi ancora più vergognosi dalla spiegazione data dallo stesso De Vito”, aggiunge Serenetta Monti,  vice segretario Romano dell'USI. “Mi riferisco”, continua Monti “ al passaggio letto su Facebook in cui l'on. De Vito dice che Non si può pensare ogni volta di fare irruzione in Aula ed imporre le proprie questioni, sovvertendo l'Ordine dei Lavori previsto. Ieri ho dovuto sospendere la seduta su un provvedimento fondamentale: ossia la delibera che istituisce la commissione di indagine sui Piani di Zona.” “Voglio ricordare all'on. De Vito”, insiste Monti, che lui non conosce i rapporti di parentela o amicizia di quei lavoratori che ieri erano in aula con abitanti truffati dei piani di zona. Non deve azzardarsi a mettere contro, l'una verso l'altra,  categorie di cittadini in totale disagio a causa di una Giunta incapace, cercando di creare una guerra tra poveri. L'USI non lo consentirà! E ribadisce piena solidarietà alle tante famiglie truffate, in particolare a quelle del pdz di CASTELVERDE B/4 che sono a rischio sgombero il prossimo 22 giugno. Intanto che si predispone la commissione di indagine,  invece di atti concreti, tante famiglie rischiano di rimanere senza casa e truffati non solo dai consorzi ma dall’attuale gestione politica, Capitolina!”. L'appuntamento dell'USI è,  a partire dalle ore 15 di oggi, 28 aprile, in piazza del Campidoglio.

Letto 430 volte
usi

cpr certification online
cpr certification onlinecpr certification onlinecpr certification online