NON AVETE SCUSE!

È arrivato il momento, di scendere in piazza in massa. Il 27 e 28 Aprile ci sarà il consiglio comunale che discuterà gli indirizzi per la messa al bando di...

Read more

Fronte di Lotta No Austerity: SCIOPERI, …

È necessario e urgente unirsi per contrastare lo sfruttamento sistemico che anche nel nostro paese umilia i diritti e schiaccia dignità del lavoro e qualità della vita delle masse popolari...

Read more

L'Assessore Montanari rifiuta incontro c…

Ieri si è tenuta un'assemblea, convocata dall'USI, con presidio davanti l'assessorato all'Ambiente di Roma per rinnovare la richiesta di trasformazione in società di primo livello della Roma Multiservizi spa. Richiesta...

Read more

8 AGOSTO 1956 – 8 AGOSTO 2016 STRAGE DI…

8 AGOSTO 1956 - 8 AGOSTO 2016, 60 anni fa, la strage su lavoro nella miniera di MARCINELLE in Belgio. Ci furono262 morti, di cui 136 di emigrati italiani, nel...

Read more

Fronte di Lotta No Austerity Le lotte si…

Firenze 17-18 giugno: il progetto di unificazione delle lotte fa importanti passi in avanti,con il sostegno di realtà sindacali internazionali  Sono stati due giorni di lavori e discussioni intensi quelli...

Read more

UN ATTO VERGOGNOSO A FIRMA MARCELLO DE V…

L'USI Unione Sindacale Italiana esprime la piena solidarietà nei confronti di quei cittadini che hanno ricevuto un provvedimento di “esclusione dall'Aula Giulio Cesare” a firma del Presidente dell'Assemblea Capitolina Marcello...

Read more
More from this category

SE VINCE IL NO SI TORNA INDIETRO DI 30 ANNI. MAGARI! In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

SE VINCE IL NO SI TORNA INDIETRO DI 30 ANNI, SOSTENGONO RENZI E I SUOI...Magari!

I sostenitori della controriforma della Costituzione affermano che se vincesse il NO il paese tornerebbe indietro di 30 anni.. MAGARI! 30 anni fa:
- Non c'erano i voucher, i contratti precari e il lavoro gratis e l'articolo 18 tutelava gran parte del mondo del lavoro.
- I salari andavano molto meglio di oggi,  grazie alla scala mobile e ai contratti nazionali.
- Si andava in pensione dopo aver versato 35 anni di contributi e le donne in ogni caso a 60anni di età.
- La scuola e la sanità pubblica funzionavano per tutte e tutti.

SE VINCE IL NO SI TORNA INDIETRO DI 30 ANNI, SOSTENGONO RENZI E I SUOI...Magari!

I sostenitori della controriforma della Costituzione affermano che se vincesse il NO il paese tornerebbe indietro di 30 anni.. MAGARI! 30 anni fa:
- Non c'erano i voucher, i contratti precari e il lavoro gratis e l'articolo 18 tutelava gran parte del mondo del lavoro.
- I salari andavano molto meglio di oggi,  grazie alla scala mobile e ai contratti nazionali.
- Si andava in pensione dopo aver versato 35 anni di contributi e le donne in ogni caso a 60anni di età.
- La scuola e la sanità pubblica funzionavano per tutte e tutti.
- Nei luoghi di lavoro non si colpivano le libertà sindacali come invece avviene oggi.
E SOPRATTUTTO NON C'ERANO LA DISOCCUPAZIONE, LA POVERTÀ DI MASSA E LO SCHIAVISMO DEL LAVORO DI OGGI.
Certo 30 anni fa c'erano molte ingiustizie da combattere, ma da allora quelle ingiustizie sono solo aumentate e ad esse se ne sono aggiunte tante altre, che sul mondo del lavoro sono precipitate a valanga.
RENZI E I SUOI, QUANDO AFFERMANO CHE SE SI BOCCIA LA LORO COSTITUZIONE SI TORNA INDIETRO, CONFESSANO CHE LA LORO "RIFORMA" SERVE A RAFFORZARE 30 ANNI DI FURTI E INGIUSTIZIE AI DANNI DEL LAVORO.
- Renzi e i suoi sono quelli che ci hanno fregato con il Jobs Act, La Buona Scuola, le privatizzazioni dei servizi ed il blocco dei contratti, la vergogna della legge Fornero che continua e la truffa del mutuo di venti anni per andare in pensione prima dei 70 anni.
- Marchionne, la Confindustria, le banche, la finanza, sono quelli che ogni giorno ci portano via lavoro, salario,  diritti, libertà.
- I burocrati della Unione Europea sono quelli che ci massacrano con le politiche di austerità.
TUTTI QUESTI NON VOGLIONO PIÙ LA COSTITUZIONE DEL 1948 FONDATA SUL LAVORO, VOGLIONO UN'ALTRA COSTITUZIONE, CHE TOLGA POTERI DEMOCRATICI AI CITTADINI E AI LAVORATORI E DIA ANCORA PIÙ POTERE A RICCONI E BANCHIERI. NON VOGLIONO CAMBIARE, VOGLIONO CONTINUARE CON LE INGIUSTIZIE DI QUESTI ULTIMI 30 ANNI.
Abbiamo perso una montagna di diritti, ora dovremmo rinunciare anche alla COSTITUZIONE conquistata dai partigiani? NO! Se l’Italia è diventata un paese sempre più ingiusto non è colpa della Costituzione ma delle leggi e dei governi che da più di trent’anni colpiscono il mondo del lavoro. Il 4 DICEMBRE abbiamo la possibilità di dire NO IN UNA VOLTA SOLA a tutta la distruzione dei diritti del lavoro di questi 30 anni. SOLO IL NO SERVE A CAMBIARE, SOLO IL NO SERVE A RIPARTIRE .
MANDIAMO A CASA RENZI E LA SUA COSTITUZIONE FASULLA
VOTIAMO NO!

Coordinamento NO Sociale alla Controriforma
INFO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Articoli correlati (da tag)

cpr certification online
cpr certification onlinecpr certification onlinecpr certification online